Lettori fissi

Sei fottutamente perfetto per me
Il mondo sta a guardare, mentre io ingoiare la paura
L’unica cosa che dovrei bere è una birra ghiacciata
Così freddi mentre mentivamo, abbiamo cercato e cercato
Ma cerchiamo troppo forte, è uno spreco del mio tempo
Sono stanca di guardare le critiche, perchè sono dappertutto
Non amano i miei geni, non capiscono i miei capelli
Stringiamoci facciamolo per tutto il tempo
Perché facciamo questo?
Perché faccio questo?
Perché faccio questo?

Bello, bello per favore
Non hai mai, mai sentito
Di essere meno che
Fottutamente perfetto
Bello, bello per favore
Se ti sei mai, mai sentito
Come niente
Sei fottutamente perfetto per me
Bello, bello per favore
Non hai mai, mai sentito
Di essere meno che
Fottutamente perfetto
Bello, bello per favore
Se ti sei mai, mai sentito
Come niente
Sei fottutamente perfetto per me


Per me è frustrante
La vita è così
Si cade, si avanza lentamente, ci si rompe e si prendono le cose così come vengono,
per trasformarlo in onestà promettimi
che non ti troverò mai a barare
No no no
Rilassati, perchè stai urlando?
Stai calmo, non c'è niente di strano
E se solo lasciassi che
tutto vada come deve andare
Vedresti
Un altro nei confronti di tutti
Ti guardi le spalle sempre in tensione
Cerchi di essere figo ma a me sembri stupido
Dimmi
Perché devi sempre complicare le cose?
Vedo come ti comporti, come se fossi un altro
Per me è frustrante
La vita è così
Si cade, si avanza lentamente, ci si rompe e si prendono le cose così come vengono,
per trasformarlo in onestà promettimi
che non ti troverò mai a barare
No no no

sabato 4 settembre 2010

Le avventure dei Potter


Salve a tutte ragazze, oggi mi sono dedicata compleeetamente ad Harry Potter saga (come al solito) e in particolare sto creando una storia che continua le avventure dei Potter, questa volta dei figli di Harry (James Sirius, Lily Luna e Albus Severus [<---soprattutto lui come protagonista]) e naturalmente ho aggiunto altri personaggi come per esempio Rose Weasley (la figlia di Ron e Hermione) e più in la vedremo Hugo Weasley, ci sono antri personaggi che se conoscete la saga riconoscere da loro genitori o parenti.Per adesso sono ancora alle prime armi . . . Vi auguro buona lettura:

Le avventure dei Potter

Capitolo Primo – Da Londra a Hogwarts

:-Al vieni qui ci sono dei posti vuoti- disse James :- Su avanti non star lì imbalsamato , muoviti- Al non ci poteva credere era finalmente sul treno di Hogwarts. Non era mai salito su un treno magico quanto meno quello della scuola, era eccitato ma allo stesso tempo impaurito :-Albus stai tremando cos’ hai?- chiese Rose :-Non preoccuparti Rose ha solo fifa – James lo guardò con un’aria di superiorità ma subito dopo si addolcì :-Avanti Al, lo sai andrà tutto bene, ne sono certo- . . . :- Non preoccuparti per me James , me la caverò benissimo- disse imitando il tono di suo fratello , ma poi si affrettò ad aggiungere :- Non è vero , sono preoccupatissimo- Rose e James sbuffarono :- E se il cappello parlante mi assegnasse ai Serpeverde?- Albus non poteva pensarci, cosa avrebbero pensato gli altri studenti di Hogwarts, se fosse stato assegnato nella stessa casa del mago Oscuro che aveva ucciso i suoi nonni paterni? Sarebbe diventato cattivo? “Io sono una persona cattiva?” si chiese Al, ma pareva che in quel momento la sua voce della coscensa si fosse messa sullo status ofline, perché non trovò risposta. Fece un gran sospiro e rispenso a cosa gli disse il padre prima di partire per Hogwarts “Il cappello parlante prenderà in considerazione la tua scelta” e se invece avesse fatto di testa sua? No, impossibile e improvvisamente si ricordo’ di cosa aggiunse Harry dopo il suo “Da vero?”, “Si, con me l’ha fatto”. Improvvisamente si sentì sollevato, suo padre non aveva mai mentito a lui prima d’ora (a parte quella volta in cui disse che erano finite le caramelle Tutti i gusti + 1). Il silenzio venne interrotto da Rose che accarezzandoli la guancia rosea ,ereditata da sua madre, disse :-Andrà tutto bene- e gli sorrise amichevolmente :- Si, lo so-. Ad un tratto sentirono una voce in lontananza, era roca e terribilmente vecchia, :-Deve essere il carrello dei dolci- disse James. Il carrello dei dolci? Finalmente, pensò Albus. Aveva una fame terribile nonostante avesse fatto colazione con nonna Molly. Aprii la porta , che aveva chiuso per paura che qualcuno sentisse il suo sospetto che il cappello lo mandasse nella Casa dei Serpeverde, e vide un fantasma muoversi insieme al carrello dei dolci. Era una donna anziana e aveva un’aria estremamente dolce :-Desideri qualcosa caro?- Albus stava per chiederle delle Bolle Bollenti e un pacchetto di Liquirizia ma lei aggiunse :-Ah, ma tu devi essere il giovane signor Potter- Cosa faceva a saperlo? :-Assomigli moltissimo a tuo padre , più di quanto immagini- effettivamente era vero, i capelli neri ,quel fisico magro e esile e quegli splendidi occhi azzurri. James uscì e raggiunse il fratello che aveva un’aria persa e felice, come se gli avessero comunicato che faceva parte del Grifondoro, :-Oh, ciao James!- disse la signora dei dolci :-desideri qualcosa? Tuo fratello non ha aperto bocca . . .- aggiunse con aria un tantino preoccupata e delusa :- Si, eh vorrei tre Gelatine tutti i gusti + 1 e un pacchetto di Bolle Bollenti- James si schiarì la voce e la abbasso istantaneamente :-Ehm, hai ancora il Buio pesto Peruviano?- il fantasma del carrello disse con aria autoritaria e severa :-Lo sai che non posso dartele James! L’anno scorso mi sono messa in una marea di guai per colpa di questi “Buio Pesto Peruviano”. Il signor preside per poco non mi licenziava e a te quasi non ti espelleva , per tutti i gargoyle!- la signora del carrello dei dolci improvvisamente si accorse di aver parlato troppo :-Ehm, James quand’è che avresti combinato questa marachella? Non credo che mamma e papà ne siano a conoscenza – disse Albus con un pizzico di cattiveria nella voce :-Okay James, eccoti un pacchetto di Buio pesto Peruviano, ma che sia l’ultima volta! E se qualcuno ti scopre con quelle . . .- ci fu un attimo di silenzio poi il piccolo e scalmanato Potter aggiunse :-Si, si … io non le ho comprate da te . Dirò che le ho prese prima di venire a scuola al negozio di zio George- dicendo questo rientrarono nel loro vagone e videro Rose che si esercitava con la sua bacchetta a fare incantesimi , :-Wow Rose hai già imparato alcuni incantesimi?- chiese Al :-Certo, state a vedere. Lumos Solem!- dalla bacchetta della piccola Rose Weasley uscì una luce accecante che costrinse ai due fratelli Potter di chiudere gli occhi. :-Naturalmente so fare molti altri, questo è una semplicissimo. Su storia e stregoneria di Hogwarts ce ne sono alcuni davvero molto affascinanti, come per esempio quelli d’appello. Sapete ho imparato anche la levitazione ma sfortunatamente non mi riesce perfettamente , ma sono certa che una volta imparata la formula come si deve riuscirò a far levitare anche te James- la faccia del povero ragazzo da assonnato passò a preoccupato e sorrise a stento a Rose , la quale continuò a parlare del suo spiccato talento nel preparare piccole Pozioni :-Sono ancora alle prime armi ma …- Albus era stanco e le palpebre divennero pesanti e si addormentò proprio sul più bello (suo fratello stava insegnando alcuni incantesimi a Rose). Tutto intono a lui era sfocato, si trovava in un edifico grandissimo, le pareti erano di pietra antica e il soffitto era un cielo stellato. Aveva già visto quel luogo in una foto che James portava sempre con se, era Hogwarts in tutto il suo splendore antico . Dietro di lui c’erano numerosissimi studenti che come lui vestivano in divisa nera , davanti a tutti loro c’era una strega molto alta e bella avente più o meno quarantacinque anni. Era vestita di verde perlato e aveva un mantello lungo quasi un metro che cadeva per terra, i suoi capelli erano castani come i grandi occhi un po’ a mandorla. La strega li condusse nella Sala Grande dove erano collocati cinque tavoli : sopra il primo si trovava un fantasma, era un frate e Al notò che era piuttosto grasso, sopra il secondo tavola era sospeso in aria un altro fantasma , questa volta però non assomigliava per niente al frate era piuttosto mingherlino ed era vestito come un cavaliere . . .lo riconobbe subito, era Sir Nicolas! James aveva parlato di lui innumerevoli volte , quanto al terzo tavolo sedeva (per modo di dire) una splendida donna fantasma d’ aria altezzosa , il quarto tavolo era privo di fantasmi (in quel momento). Al quinto tavolo sedevano gli insegnanti (così pensò Albus). Davanti al tavolo degli insegnanti c’era una sedia e sopra di essa era stato deposto un vecchio e logoro cappello. Dopo un po’ la scena cambiò , era lui a trovarsi sulla sedia e il cappello era sopra la sua testa , ad un certo punto parlo :-Un giovane Potter, sei il secondo figlio del signor Harry Potter?- Albus non emise alcun suono o parola dalle sue labbra e il cappello spazientendosi continuò il suo discorso :-Uh, la scelta è difficile, molto difficile. Sei uguale a tuo padre , sai? …- Ma Al era stanco di sentirselo dire e decise di tagliare corto ed arrivare al sodo :-Ti prego ,non voglio andare nella Casa dei Serpeverde …- in quel momento qualcuno nella sua mente cominciò a sussurrargli qualcosa “Non ti metterà mai nei Grifondoro” Albus cosse la testa non voleva sentire la sua coscienza, in questo momento gli interessava solo ciò che decretava il cappello magico , con voce solenne affermò :-SERPEVERDE!- . Il povero ragazzo si sentì cadere il mondo addosso, scese dalla sedia e i incamminò lungo il tavolo dei Serpeverde, ormai era uno di loro. Tutti lo guardarono con maniera di disprezzo, poi vide James e Rose al tavolo dei Grifondoro e una voce che sussurrava il suo nome. Di colpo si trovo nel mondo reale e non più quello dei sogni. Era un sogno, solo un sogno nulla di più. Si accorse che Rose Weasley lo stava schiaffeggiando , probabilmente per farlo svegliare, :-Al, svegliati! Siamo quasi arrivati, vai a cambiarti. Ti ho già preso la divisa dal tuo baule-. Lui , Rose e James stavano scendendo dal treno, quando … :-Hey aspettatemi! Rose, James, Al … sono io!- A prima vista non lo avevano riconosciuto per il cambiamento del colore dei capelli: l’ultima volta che lo avevano visto li aveva rosa fosforescente mentre ora li aveva di un giallo canarino molto acceso, :-Ciao Teddie- disse Rose ,era l’unita a chiamarlo in quella maniera tutti lo chiamavano … :-Ted! Come va? Tutto bene? Questo nuovo colore di capelli ti dona molto- aggiunse Albus guardando il fratello in maniera scherzosa. E così Albus, James, Rose e Ted si avviarono per l’uscita del treno. Appena scesero notarono un grosso omone con una lanterna degna delle sue dimensioni, era Ruberius Hagrid (da tutti chiamato per cognome) custode di Hogwarts e insegnante di Cura alle Creature Magiche. Il “piccolo” gigante corse ad abbracciarli uno per uno e gli porse dei regali: a Ted aveva dato un pacchetto pieno di Bolle Bollenti, le sue preferite, a Rose aveva regalato due pacchetti rettangolari, avevano l’aria di essere (ovviamente) … dei libri, :-Rose il secondo pacchetto è per tua madre, le ho regalato un libro su gli elfi domestici- disse Hagrid sorridendole :-Grazie, glielo manderò via gufo-. Invece a James gli porse in mano una pietra di Buio Pesto Peruviano :-Fantastico! Così adesso ne ho tantissime! Grazie Hagrid è davvero un regalo …uhm… che fa per me!- Il gigante aggiunse frettolosamente :-Si stà attento con quella roba lì!-. Ad Albus invece gli porse un’enorme scatolone color smeraldo con pouà neri, allegata al pacco c’era una lettera chiusa in ceralacca rossa, :-Grazie!- Il piccolo Potter e straripante di gioia, non vedeva l’ora di aprirlo. Cosa poteva essere? Purtroppo non poteva scoprirlo subito perché prima avveniva lo smistamento, lo smistamento giusto! …pensava e ripensava a quel maledettissimo sogno, come poteva essere un sogno (?) era talmente reale. E se il suddetto sogno si fosse avverato? Basta, Al non voleva più pensarci, con aria imbronciata seguì Hagrid che condusse tutti gli studenti del primo anno vicino al lago, che oltrepassato permetteva l’accesso nella scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Ma come avrebbero fatto ad attraversare il lago? L’avrebbero fatto nuotando? Gli studenti al di sopra del primo anno erano tutti tranquilli. Albus guardò James sbigottito e lui gli rispose con un sorriso. Probabilmente ad Hogwarts era normale attraversare il lago a nuoto, oppure no? Aspettarono per una manciata di secondi davanti all’acqua quando all’improvviso emersero numero barche che potevano ospitare almeno cinque studenti. Hagrid fece loro segno di salirci sopra, James, Albus, Ted e Rose fecero come gli disse ed insieme ai giovani fratelli Potter, alla graziosa signorina Weasley e al piccolo Lupin si unì una bambina con lunghi capelli biondi e occhi celesti. Probabilmente nessuno si accorse di chi era veramente ,perché non l’avevano mai conosciuta, il gruppetto non sapeva che colei che si era unita a loro e la figlia di Luna Lovegood.

*

Finalmente entrato nel castello di Hogwarts, Albus non fece che guardarsi intorno: era proprio con nel suo sogno. I fantasmi delle case erano rispettivamente: Il Frate Grasso (per Tassorosso), La Dama (per Corvonero), Nick-Quasi-Senza-Testa (per Grifondoro) e poi notò un fantasma che non aveva visto prima era una specie di Cavaliere Oscuro (così immaginò) ed era ovvio che apparteneva alla Casa dei Serpeverde. Al scosse la testa, non voleva pensare a Salazar Serpeverde e a tutti i suoi studenti perché più ci pensava e più cresceva in lui la voglia di andarsi a nascondere nei bagni maschili per sfuggire alla fatale decisione di essere assegnato ai Serpeverde. Tutti gli studenti, a parte quelli del primo anno, andarono a sedere nei tavoli delle rispettive Casa e Albus vide James allontanarsi e salutarlo con la mano mentre lui, Rose , Ted e tutti gli altri del primo si riunirono intorno ad una strega, :-Benvenuti ad Hogwarts, io sono la professoressa McGrogril e più in là scoprirete cosa insegno. Ma adesso non sprechiamoci in chiacchiere inutili. Per questi sette anni Hogwarts sarà la vostra casa, potrete allontanarvi da scuola solo nelle festività (se lo desiderate) e tornare dai vostri tutori o genitori. Prima che il banchetto abbia inizio verrete smistati in una Casa delle seguenti: Tassorosso , Corvonero, Grifondoro e Serpeverde i trionfi che riceverete farò guadagnare punti alla vostra casa mentre ogni infrazione delle regole le farà perdere punti. Se non vi dispiace siete pregati di seguirmi. Coraggio- . La professoressa McGrogril era effettivamente la strega che Harry aveva visto nel suo sogno, solo che invece di essere vestita di verde foggiava un abito blu crine e un mantello porpora. L’insegnante li condusse davanti al tavolo dei professori, dove (come Albus aveva “immaginato”) si trovava uno sgabello con il cappello magico. La McGrogril ricominciò a parlare ,questa volta ad alta voce così che tutta la scuola potesse sentirla :-Adesso io chiamerò i vostri nomi e voi verrete avanti così io vi metterò il cappello parlante e verrete smistati . . .Arnold Perchyson.- dopo un po’ il cappello disse :-Grifondoro!- :-Emma Bown.- ed il cappello :-Tassorosso!- innumerevoli volte venne pronunciato la casa “Tassorosso e Grifondoro” dimeno Corvonero e Serpeverde. Ad un certo punto la McGrogril disse :-Rose Weasley.- per poco non inciampò nei gradini , il cappello affermò:-Grifondoro!-. Poi fu il turno di Scorpius Malfoy che venne mandato nella Casa dei Serpeverde, se anche lui (Albus) fosse andato lì probabilmente avrebbe dovuto fare amicizia con Scorpius. Poi toccò a Ted che venne accettato nel Grifondoro, Albus sentiva il cuore a mille mancavano ancora pochi studenti e probabilmente il prossimo era lui, infatti : -Albus Severus Potter.-

Che ne pensate? Quando sarà possibile publicherò il secondo capitolo

Un bacio Kiky

PS: non copiate! *copyright*

5 comment for me:

Lady Luna ha detto...

Sei un mitoooo!!!
Splendida la storia.. ank se devo ancora finire di leggere... xD
Finirò al più presto.
Mi sta venendo voglia di rileggere Harry Potter....
e nn vedo l'ora k esca il film!!!!
ciao by
Luna :)

ps: ank io comincio il 13... sono tra l'esasperato e il contento.. XD

Lady Luna ha detto...

Sei un mitoooo...
l'ho finita.. è splendida!!
non vedo l'ora di sentire il seguito.. ;)
e penso k rileggerò harry potter!! :)
e non vedo l'ora del film!!!!!!
comunque, anche io comincio il 13..
ora vado..
bye ;)
Luna

Lady Luna ha detto...

scs, sn ancora io. XD
scs se ti ho scritto 2 volte le stesse cose ma vedevo k il comm nn veniva fuori.. poi ho letto k dovevi approvare. XD
lo so k sn imbecille.. :):)
bybye

Naka ha detto...

i love domo kun below on your blog and nice blog header :3

♥ ~ ƘικƳ ha detto...

nn preoccuparti Luna ;)

 
 

Diseñado por: Compartidísimo
Scrapping elementos: Deliciouscraps©